SENZA BASE CAMP PASS?

E possibile comprare online l'esperienza in modo di prenottare la giornata preferita per lo svolgimento dell'attività...

 

 

Compra Adesso un Esperienza Base Camp in Abruzzo

 

 

Wild Winter Base Camp Experience Abruzzo Pernotto in Tenda in alta quota

Quattro modi per dormire fuori senza una tenda
Le tende sono meravigliosamente efficaci, ma anche grandi, pesanti e fragili. Puoi davvero andare in campeggio senza uno tenda?
Certo che sì, e non ci si sacrifica affatto, anzi...rende un campeggio più vero e a contatto con la natura.

Il metodo spartano
Questa è la soluzione preferita per il sonno all'aperto, ma solo quando si può dire con certezza che sono in arrivo climi ostili (quali pioggia, vento forte, bufera, ecc.). Per un’esperienza positiva avrete bisogno di costruire una piccola barriera di pietre per ripararvi dal vento, togliere sassi e zolle per rendere più confortevole la superficie dove sdraiarsi e avere un adeguato sacco a pelo per le temperature umide e rigide. Oltre ad un sacco a pelo tecnico avrete anche bisogno di un piccolo materassino per isolare il vostro corpo dall’umidità del terreno. Ricordatevi di isolare anche le vostre provviste, legandole a un ramo ad esempio, per non svegliarsi con lo zaino rosicchiato e senza colazione.

Pro: Niente da portare, niente da installare, niente da abbattere. Grande vista delle stelle e connessione alla natura.
Contro: Qualsiasi umidità può essere fastidiosa. Anche una rugiada pesante può rendere le cose scomode e una pioggia leggera vi farà bagnare. Non è molto privato se ci sono altre persone in giro o che passano frequentemente.

Teloni
Per dormire con dei teloni dasta procurarsene alcuni e unirli con laiuto di un bastone o un asse di metallo di forma cilindrica e un materassino morbido in modo da non dormire direttamente sulla terra che puo nascondere salli o animali oltre ad essere fredda e molto umida.Deve essere abbastanza grande in modo da entrarci dento ed essere protetti da venti ed eventuali animali della notte.

Pro: é facile da montare e smontare, molto dinamica e permette poca perdita di tempo che puo essere impigato a svolgere attività o fare altro.
Contro: se non fatto bene possono esserci spifferi di vento e freddo quindi si consiglia anche di portare una coperta con se.

Igloo
Ogni anno vengono costruiti per resistere tutta la stagione in  sicurezza con metodi e tecnologie avanzate; poi, quando arriva il caldo, spariscono senza lasciare traccia… quando l’uomo ha zero impatto con la natura e si sente completamente parte di essa, l’esperienza ideale è una notte in igloo. Un’esperienza unica, tra i ghiacci e distese innevate, davvero speciale! Questo è un metodo ovviamente più indicato per le serate sotto la neve.

Si possono costruire in 4 step:

  1. Mattoni vengono realizzati con neve pressata e vengono modellati diversamente in base a dove devono essere collocati, in modo da poter costruire una parete sferica .
  2. Come riferimento per ottenere una curvatura ottimale può essere usata una corda fissata al centro della base e usata come misura del raggio della cupola.
  3. I mattoni possono essere montati seguendo una spirale oppure semplicemente in cerchi via via più stretti e inclinati verso l'interno.La seconda possibilità è geometricamente più semplice ma leggermente meno robusta.
  4. Finita la cupola si scava nella parete il foro d'entrata, generalmente protetto da una piccola volta che serve a ostacolare l'entrata di raffiche di vento. Un foro più piccolo, in alto, serve da comignolo per quando si accende un fuoco per riscaldare l'ambiente.

Magari alcuni si chiadono come si stia effetimavente in temini di temperatura all'interno di un'igloo, ebbene possiamo dirvi che è un ambiente abbastanza ristretto, per cui, portarlo ad una temperatura adatta per riposarsi è un'operazione piuttosto veloce. Due persone al suo interno e l'accensione di un piccolo braciere sono sufficienti per raggiungere e mantenere i 17 °C mentre la temperatura esterna si mantiene costantemente tra i -40 °C e -50 °C. L'aria interna si riscalda rapidamente e i blocchi di ghiaccio che costituiscono le pareti non si sciolgono a causa della capacità termica del ghiaccio e della rigida temperatura esterna.

Pro : Ci si mette relativamente poco a costruirlo ed è molto solido; una volta usato si può semplicemente lasciare li ed aspettare che si sciolga all'arrivo della bella stagione.
Contro : è un'ambiente molto ristretto quindi in più di due persone ci si starebbe scomodi, a meno che non sia un igloo più grande ma in quel caso ci si metterebbe più tempo a costruirlo.

Rifugio

I rifugi alpini sono nati per aiutare i viandanti che in passato attraversavano le Alpi e avevano bisogno di luoghi dove trascorrere la notte e rifugiarsi in caso di condizioni meteorologiche avverse. Per poter trascorrere la notte è spesso richiesto l'utilizzo di un sacco a pelo.
Nella Svizzera Italiana e nella zona delle Alpi Pennine settentrionali si indicano le strutture qui descritte con il termine capanna mentre, con il termine rifugio, si intendono strutture più spartane, normalmente molto più piccole, che comunque offrono all'escursionista un tetto per ripararsi dalle intemperie e un tavolo, una cucina, e un giaciglio al coperto.

Pro: Non c'è niente da costruire perche essendo piccoli edifici già costruiti non ce nè bisogno,sono molto solidi ed offrono più "confort" rispetto ai metodi precedenti.
Contro: I rifugi hanno un orario di apertura e chiusura quindi se non si arriva in tempo si rischia di restare fuori e non si può uscire prima dell'orario e sono spesso affollati essendo anche meta degli sciatori di passaggio magari in cerca di un'pò di cibo.